fbpx

Messa in Sicurezza

Messa in sicurezza di frontalini e cornicioni:
interventi rapidi ed efficaci.

Gli edifici “invecchiando” possono causare situazioni di pericolo per le persone: distacco di parti da balconi… e non solo: frontalini e cornicioni, cedimenti strutturali di travi e pilastri, deterioramento di canne fumarie o grondaie.

In tutti questi casi, i nostri operatori sono pronti a intervenire con la metodologia del lavoro in quota su corda.

Siamo specialisti nella messa in sicurezza degli stabili: i nostri operatori sono pronti a intervenire sia per richieste di pronto intervento, sia per lavorazioni di manutenzione programmata. Assicuriamo  un servizio professionale e veloce, garantendo alti standard qualitativi.

L’utilizzo delle tecniche dell’edilizia su fune per effettuare la messa in sicurezza di balconi e facciate garantisce: interventi tempestivi, tempi brevi e abbattimento dei costi di ponteggio.

Se guardando dalla strada l’edificio in cui vivi, noti dei cedimenti su frontalini dei balconi e i cornicioni… non esitare. Sollecita i condomini per evitare  responsabilità e spese inutili.

Scrivici le tue esigenze

Frontalini di balconi e sottobalconi, corniconi e sottocornicioni.

La verifica e la messa in sicurezza di cornicioni e frontalini è fondamentale in uno stabile o in un condominio.

Gli interventi su fune permettono di eseguire con velocità e precisione la revisione completa degli intonaci sulle zone dell’edificio in cui sono visibili fenomeni di degrado diffuso.

Una volta identificate, procediamo all’eliminazione tramite battitura di tutte le parti non aderenti o poco coese al supporto, per liberare le armature ossidate e consentire l’eliminazione della ruggine tramite:

  • Spazzolatura meccanica.
  • Passivazione dei ferri mediante l’applicazione di due mani di prodotto cementizio per la protezione attiva e passiva (conforme ai requisiti prestazionali definiti dalla UNIEN-1504-7) senza alterare in alcun modo l’aderenza tra la malta di ripristino e le murature trattate.
Messa_in_Sicurezza_balconi_cornicioni_fune_Evoluzione_Edilizia1
Messa_in_Sicurezza_balconi_cornicioni_fune_Evoluzione_Edilizia

Facciate rifinite ad intonaco civile o mattoni faccia vista

Procediamo alla revisione dell’intera superficie degli intonaci interessati da fenomeni di degrado. L’intervento comprende: 

  • Ispezione 
  • Spicconatura delle zone pericolanti 
  • Sgombero dei materiali di risulta

Lastre di ardesia su cornicioni

Nel caso di edificio con lastre di ardesia a rivestimento del cornicioni/coperture, procediamo all’eliminazione di tutte le lastre lesionate, non aderenti o poco coese al supporto, tramite battitura e rimozione delle stesse, al fine di evitare lo scivolamento nel vuoto a danno delle aree sottostanti il cantiere.

Per garantire la sicurezza di queste ultime (che saranno recintate) verrà applicata una mantovana aerea posta al disotto dell’operatore, in modo da evitare la caduta a terra di detriti e materiale di risulta.

Compila ora il Modulo

FAQ - Domande Frequenti

La maggior parte delle volte gli interventi di messa in sicurezza riguardano lavori di spicconamento di elementi pericolanti di balconi, frontalini e cornicioni, rimozione di parti di intonaco pericolante, ma anche sistemazione di canne fumarie e grondaie deteriorate, che potrebbero andare incontro a cedimenti.

Certo: i nostri operatori su fune, specializzati nei lavori di messa in sicurezza degli stabili, intervengono sia per lavorazioni di manutenzione programmata, sia per richieste di pronto intervento, garantendo interventi tempestivi e professionali, caratterizzati da alti standard qualitativi.

Con le tecniche di edilizia su fune si possono risparmiare settimane di lavoro, in quanto il montaggio e lo smontaggio delle impalcature richiedono molto tempo. Inoltre nostri operatori riescono a raggiungere velocemente e con facilità ogni zona dell’edificio, intervenendo con estrema precisione.

I lavori di messa in sicurezza, se eseguiti nell’ambito di un intervento di ripristino della facciata dello stabile, possono beneficiare della detrazione fiscale del 60% sulle spese sostenute, il cosiddetto Bonus Facciate, che riguarda tutti gli interventi inerenti al decoro architettonico degli edifici.

I proprietari degli immobili hanno il dovere di effettuare una manutenzione regolare, al fine di evitare eventuali incidenti. In caso di caduta di parti di intonaco o simili, la legge prevede una sanzione pecuniaria (che può arrivare a oltre 900 euro) e, in caso di danno alle persone, anche l’arresto fino a 6 mesi.